stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Genola
Stai navigando in : Territorio e cultura

Conferimenti della cittadinanza onoraria

Il 22 novembre 1997, in occasione della cerimonia per la presentazione del libro di Lorenzo Cera dal titolo Genola, dalle origini alle soglie del Duemila, ha avuto luogo il conferimento della cittadinanza onoraria a tre personalità che, direttamente o indirettamente, hanno rivestito un ruolo importante nella storia di Genola. Si tratta del conte Gabriele Maria Galateri di Genola, di don Giulio Madurini e di don Giovanni Battista Genesio. Il primo, discendente da un'antica e nobile famiglia piemontese che per secoli esercitò diritti feudali su Genola, ha ricoperto le importanti cariche di amministratore delegato dell'Ifi-Ifil e di presidente di Mediobanca; attualmente è presidente di Telecom Italia. I due sacerdoti, giovani curati a Genola nella primavera del 1945, sono ancora oggi ricordati per l'abnegazione con cui si prodigarono onde prevenire l'eccidio e alleviare le sofferenze della popolazione durante e dopo l'occupazione nazifascista.
Di rilevante importanza è pure stata la cerimonia del 9 febbraio 2002 per la presentazione del nuovo stemma e del gonfalone del comune ideati da Lorenzo Cera, e del conferimento della cittadinanza onoraria allo stesso Lorenzo Cera, al conte Marco Aurelio Galateri di Genola e a don Antonio Grasso. Nel contempo è stato presentato il libro Ricette e immagini della memoria - recetas e imagenes de la memoria scritto da Maria Teresa Origlia per raccogliere fondi da destinare al gemellaggio con la città argentina di Marcos Juárez. Le tre personalità sopra menzionate hanno meritato l'onorificenza, Lorenzo Cera, per la pubblicazione dei libri sulla storia di Genola e degli altri paesi della cintura Saviglianese; Marco Aurelio Galateri, per gli intensi rapporti che ha sempre intrattenuto con la comunità locale, così da costituire un esempio della capacità di coniugare grandi responsabilità di imprenditore di successo con la 

  saldezza delle proprie radici; don Antonio Grasso, per essere stato, dal 1970 al 1999, zelante parroco e guida della comunità di Genola, oltre a punto di riferimento per l'intera popolazione quanto a fervore religioso e impegno nella catechesi.



 
Comune di Genola - Via Roma, 25 - 12040 Genola (CN)
  Tel: 0172.68144   Fax: 0172.68858
  Codice Fiscale: 00464700046   Partita IVA: 00464700046
  P.E.C.: genola@cert.ruparpiemonte.it   Email: info@comune.genola.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.